Le mostre

TERRAZZA MARE, LIGNANO SABBIADORO (UD)

Identità temporale

Personale di Valter Adam Casotto

Una novità assoluta ha aperto il Festival Maravee Fiction: l'anteprima internazionale, nell'ambito di un progetto pubblico, dell'artista Valter Adam Casotto, vincitore nel 2016 del David di Donatello come migliore makeup artist.

Approdato alla scultura iperrealista, alla fotografia e al video dalla sua celebre esperienza come truccatore prostetico cinematografico, dove ha plasmato personaggi per pellicole del calibro di "Lo Hobbit", "Harry Potter", "Prometheus", "X-Men", Casotto indaga il concetto di tempo attraverso la trasformazione del corpo umano. Tra vero e fiction, in un viaggio che conduce l'infanzia nel mondo adulto e la vecchiaia nella giovinezza.

Identità temporale raccoglie l'essenza poetica di questa ricerca, incentrata sulla frizione tra le valenze scientifiche, antropologiche e sociali della temporalità e la percezione soggettiva dello scorrimento temporale.

Il tutto a ridosso del corpo umano, in presa diretta sulla pelle, le vene, le rughe, i peli, i tendini, che l'artista è in grado di riprodurre con risultati assolutamente sorprendenti, proprio grazie alla sua pratica come truccatore prostetico.

Un virtuosismo tecnico che dal mondo del cinema Casotto catapulta nel mondo dell'arte, a ridosso di opere dal forte impatto sensoriale e concettuale, in cui l'indagine filosofica e percettiva del concetto di tempo scava nel profondo della psicologia e dell'emozionalità.

Con un lavoro in cui il percorso autobiografico è talmente vero e intenso da smovere condivisioni e partecipazioni collettive.

Identità temporale eleva il protagonismo del corpo in diretta relazione con la mente e l'emozionalità. E nella tensione fra verità e finzione inscena, tra le opere di Casotto, una performance coreutica e un'azione di Body painting con Maria Anna Deidda e Davide Avitabile, su coreografia di Erica Modotti dell'Atelier EnidUDanza – ADEB. Per tatuare sul corpo danzante e mutante i disegni infantili dell'artista che crea l'identità temporale del sé e dell'altro da sé.